Il vissuto emotivo del paziente oncologico

I diversi modelli di intervento condividono alcune costanti terapeutiche, quali:

  • incoraggiare il paziente a verbalizzare pensieri e sentimenti negativi relativi alla malattia,
  • chiarire l’influenza di eventuali esperienze precedenti sulla reazione attuale del paziente alla diagnosi di cancro,
  • valutare il peso psichico aggiuntivo e la necessità di trattamento di situazioni stressanti concomitanti ed indipendenti dalla malattia (licenziamenti, divorzi, lutti)
  • aiutare il paziente ad affrontare l’incertezza del futuro e le tematiche esistenziali generalmente associate alla diagnosi di cancro
  • chiarificare ed interpretare comportamenti ed emozioni disadattive relative al cancro

La valutazione del paziente in psico-oncologia avviene su diversi fronti:

– la valutazione della reazione emozionale e dell’adattamento alla malattia: indaga la valutazione dell’evento-malattia, l’elaborazione del suo significato, la ristrutturazione cognitiva che il soggetto effettua di fronte alle richieste determinate dalla situazione (valutazione primaria), in base alle reali possibilità di risoluzione del problema (valutazione secondaria), in funzione del contesto nel quale il paziente si trova, delle proprie caratteristiche di personalità e del supporto ricevuto per il raggiungimento di tale obiettivo. Comprende la valutazione dello stile di coping del paziente.

–  la valutazione del supporto sociale: identifica l’insieme dei possibili sostegni, emotivo-affettivo, pratico-materiale, derivanti dai rapporti interpersonali. Tale variabile è importante nel modulare le risposte emozionali allo stress, nel favorire il mantenimento della salute psichica, e nell’adattamento alla malattia.

– la valutazione della sofferenza psichica: riguarda la valutazione della sintomatologia di sofferenza psicologica rappresentata dalla presenza di somatizzazioni, ossessività-compulsività, sensibilità interpersonale, depressione, ansia, ostilità, fobie, ideazione paranoide, psicoticismo, stress.

– la valutazione della qualità  della vita.

FONTE: La Mente e il Cancro. Insidie e risorse della psiche nelle patolologie tumorali. Massimo Biondi, Anna Costantino, Luigi Grassi 1995-Il pensiero scientifico editore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...